×


Chiama ora

Park Hotel Leonardo | Dolomiti Patrimonio UNESCO

  • 131 
0
La tua "casa" nelle Dolomiti

Dolomiti

I “Monti Pallidi” - scene di una leggenda

Le Dolomiti, o Monti Pallidi per il tenue colore dovuto alla roccia che le compone, sono state da poco inserite dall’UNESCO Patrimonio Naturale dell’Umanità.

Le Dolomiti devono il loro nome ad uno studioso Déodat de Dolomieu (1750 – 1801), geologo francese che per primo ne studiò la loro composizione di doppio carbonato di calcio e magnesio.

La particolare composizione ha permesso agli eventi meteorologici di modellarle e scolpirle così come le conosciamo ora: titani di pietra nati dal mare che ancora conservano l’alternarsi delle maree. Guglie, picchi, valli e altopiani, in un complesso montano unico al mondo. Le valli sottostanti le sostengono come un grembo materno spingendo fino alle loro pendici pascoli, laghetti e boschi di conifere solcati da torrenti e ruscelli.

Non è difficile immaginare quindi come siano nate tante delle più famose leggende e fiabe classiche, complici questa spettacolare morfologia e il colore che assumono le rocce quando i primi o gli ultimi raggi di sole le accarezzano: l’Enrosadira. Ne sono esempi la leggenda del Re Laurino, le tante fiabe di fate e folletti, principi e principesse, Stregoni e di decine di altri misteriosi abitanti del bosco e della montagna.  Sulle Dolomiti furono scritte pagine storiche dell’alpinismo classico e moderno e tutti i più grandi alpinisti non hanno potuto fare a meno di verificare il proprio coraggio e la propria perizia sulle pareti e sugli strapiombi più paurosi. Nomi quali PreussStegerPiazComiciSoldàMicheluzziBonatti e Messner, solo per citarne alcuni, ne fanno da esempio.

Val di Fassa

La ladina “Val de Fascia”: una gemma tra Terra e Cielo.

Scopri di più

Moena

La Perla delle Dolomiti

Scopri di più

Parchi Naturali

Rispetto e conservazione

Scopri di più

Cultura Ladina

I Ladini un popolo con origini antichissime

Scopri di più